Sviluppo prodotti

Sviluppo prodotti

Co.ind è un’azienda tecnologicamente all’avanguardia, in cui l’intero processo produttivo è gestito tramite un sofisticato sistema computerizzato. Le principali fasi che caratterizzano la produzione del caffè sono: controllo, torrefazione, miscelazione, macinatura, confezionamento.
I controlli sul processo produttivo da parte di Co.ind cominciano già al momento del raccolto, nei paesi di origine, dove gli esperti dell’azienda selezionano con grande attenzione i migliori caffè crudi. All’arrivo in Italia il caffè è sottoposto ad altri controlli presso il laboratorio interno, dove sono condotti specifici test di assaggio e analisi chimico/fisiche, per verificarne la qualità e arrivare a classificare ogni partita di caffè verde riconducendola a panieri dalle caratteristiche organolettiche omogenee.
 
Successivamente il processo di torrefazione richiede molta attenzione: i chicchi di caffè, per sprigionare le migliori caratteristiche organolettiche, devono essere portati a temperature altissime (tra 200 e 240 gradi centigradi) e devono essere abbrustoliti uniformemente senza essere bruciati. Per ottenere tale risultato il processo è sottoposto a un monitoraggio continuo che impiega sofisticate apparecchiature elettroniche per seguire minuziosamente le specifiche "curve" di tostatura definite per ogni cliente. Il processo continua con una sapiente miscelazione cui segue, quando si produce caffè macinato o in cialde, la macinatura. Questa è effettuata con macine a rulli di ultima generazione che consentono di ottenere un’ottima qualità, garantita da un successivo controllo effettuato utilizzando un granulometro laser.
 
L’ultima fase del processo è il confezionamento, indispensabile per mantenere inalterato il gusto e l'aroma del caffè fino al momento dell'apertura della confezione che lo contiene. A questa fase Co.ind aggiunge poi un ulteriore passo per stabilizzare ancora di più le sue miscele in grani: il caffè confezionato viene lasciato riposare in magazzino almeno due settimane affinché raggiunga la giusta maturazione. Infine, solamente se supererà l’assaggio di un panel di esperti, che ne controlla la costanza qualitativa, il caffè potrà essere messo in vendita sul mercato.